Il Museo di Stato della Repubblica di San Marino

Originariamente il Museo di Stato fu inaugurato nel 1899 a Palazzo Valloni, oggi sede della Biblioteca e dell’Archivio di Stato.
Dal 2001 è stato riaperto a Palazzo Pergami Belluzzi, in Piazzetta Titano.

Il Museo custodisce quasi 5000 reperti storici ed artistici, molti dei quali riguardanti San Marino ed altri invece acquistati dal Museo stesso o donati da veri e propri “fan” di San Marino.

Il Quadro dell’artista Pompeo Batoni, intitolato “San Marino risolleva la Repubblica” è del 1740 e si trova in mostra al primo piano del Museo di Stato.

Il Museo di Stato della Repubblica, strutturato su quattro piani collegati anche da un’ascensore, dove in ognuno è possibile approfondire un tema:
– il piano terra ha come focus l’archeologia sammarinese
– il primo piano l’arte in Repubblica
– il secondo le opere d’arte donate al Museo
– il primo piano sotto terra invece è dedicato ai doni archeologici ed alla numismatica

All’interno del Museo è presente anche una ricostruzione del cosiddetto tesoro di Domagnano: un corredo di gioielli dell’epoca gota risalente al quinto / sesto secolo appartenuti a una principessa o una dama gota.
I gioielli vennero scoperti fra il 1892 ed il 1893 in località Paderna, località appartenente al  castello di Domagnano.

Sebbene all’interno del museo sia presente tutta la collezione del tesoro di Domagnano, solo la fibbia esposta in questa bacheca è originale! I restanti pezzi del tesoro sono infatti sparsi per i museo di tutto il mondo vista l’importanza della scoperta.